Snack
3 minuti
Cultura
Cultura

Charles Dickens ci fa scoprire il mestiere dello “knocker-up”, scomparso più recentemente di quanto immagini

11 giugno 2021

In Grandi Speranze, uno dei suoi romanzi più famosi, Charles Dickens racconta una figura che oggi ci sembrerebbe assurda, forse perfino uscita dai suoi racconti più onirici, ma che invece faceva parte della quotidianità della Gran Bretagna in periodo Vittoriano e anche oltre. La figura dello knocker-up, la sveglia umana che aveva il compito di far destare operai e professionisti la mattina per farli arrivare sul posto di lavoro puntuali. Lavoro ingrato quello dello “svegliatore”, tanto che Mr. Wopsle, uno dei personaggi del romanzo, odia lo knocker up del suo quartiere, che ogni mattina col baccano che fa bussando alle finestre dei suoi vicini lo strappa dai suoi sogni.

In effetti appare lecito a posteriori farsi una domanda tanto banale: come ci si destava dal sonno prima dell’invenzione della sveglia? Come riuscivano impiegati e operai a sapere a che ora svegliarsi e ad arrivare puntuali sul luogo di lavoro? Ebbene sì, a svolgere questo ruolo prima non era un macchinario, ma una persona in carne e ossa, lo knocker up. Il nome deriva dal lungo bastone con cui bussavano alle finestre più alte delle case in modo da segnalare l’inizio della giornata anche a chi abitava ai piani più elevati. Da qui il termine knocker up ossia “bussatore in alto”.

Per descrivere il lavoro, nel suo romanzo Dickens usa l’espressione: “to be knocked up”, che curiosamente è possibile tradurre anche come: “rimanere incinta”. In realtà il gioco di parole è legato a un aneddoto malizioso su questa figura secondo il quale gli knocker up, una volta svegliati i mariti e atteso la loro uscita di casa, erano soliti intrufolarsi nei letti delle mogli ormai rimaste sole.

La figura dello knocker up era molto diffusa tra il XIX secolo e persino durante il XX secolo dal momento che, sebbene fossero state inventate le sveglie, queste avevano un costo insostenibile, soprattutto per la classe proletaria. Per questo motivo il mestiere della “sveglia umana” rimase in attività fino agli anni ‘70 del XX secolo.

Quando le sveglie divennero accessibili per tutti, gli knocker up furono infine del tutto sostituiti dalla tecnologia. Questo personaggio che era entrato nell’immaginario comune grazie a Dickens perse del tutto la sua funzione e, col passare degli anni, la sua figura fu dimenticata, in parte entrando nella leggenda e nel folklore popolare. Un mestiere che incarnava perfettamente una società industriale in forte cambiamento, destinata presto o tardi ad adottare metodologie più efficaci e, per la gioia di personaggi come Mr. Wopsle, decisamente più discrete.

argomenti trattati

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse