Articoli
5 minuti
Fotografia
Fotografia

Reuben Wu utilizza dei droni dotati di LED per fotografare le saline boliviane

16 marzo 2020
autore:

Solo le migliori menti creative possono sfidare e superare i canonici confini tra le arti uscendone vincitori. È il caso del talentuoso fotografo Reuben Wu, capace di fondere nel suo lavoro fotografia e arte. Reuben è conosciuto in tutto il mondo per il suoi metodi pioneristici nell’utilizzo di droni dotati di LED per illuminare paesaggi notturni, plasmando un’atmosfera che mescola realtà e sogno, ricordando quella di un film fantascientifico.

Nato a Liverpool, di base a Chicago, Reuben Wu non si considera un fotografo ma un  visual artist. Inoltre è anche un producer musicale, e il cofondatore della band elettro-pop Ladytron. Attività che si coniugano perfettamente con la sua idea di arte: le fotografie, proprio come la musica, possono creare un’eco del tempo e dello spazio. Entrambe sono molto più che immagini o note, sono frammenti di memoria e di immaginazione. Nel suo lavoro non vuole solamente ricreare un certo immaginario, ma lo vuole esplorare ex novo, come se si trattasse di un territorio appena scoperto, sempre attento a scovare e dare risalto a ciò che fino a quel momento è rimasto nascosto, sconosciuto.

Il suo lavoro fotografico ne è la prova più tangibile. Unendo la tecnologia dei droni con quella più all’avanguardia nel campo della fotografia, Wu riesce a catturare immagini incredibili di luoghi remoti. Pilotando i suoi droni, che rilasciano fasci luminosi, crea un’illuminazione aerea artificiale su paesaggi che ricordano la Luna che gli consente di eseguire scatti mozzafiato.

Tutto nasce da un semplice desiderio: quello di fotografare paesaggi di notte. Per farlo, Reuben ha bisogno di illuminare  in qualche modo la scena. Ed ecco che nel 2014 comincia a utilizzare i droni “illuminanti”. Nel farlo si accorge che le forme create dalle luci proiettate dall’alto interagiscono in modo originale con il panorama, e decide di non eliminarle dall’immagine definitiva finale. Invece di focalizzarsi su una pura documentazione della topografia locale, Wu sceglie dunque di mettere in relazione forme naturali e artificiali per accentuare l’epica bellezza del panorama che si trova a immortalare. Oggi, questo stile è il suo marchio di fabbrica, la sua firma, il suo modo di sentirsi parte integrante dei suoi scatti, per aggiungere un pezzetto di sé nell’inquadratura.

Wu utilizza i suoi droni appositamente per creare originali pattern di luce, forme geometriche che formano aloni luminosi e che al tempo stesso rendono vividi i luoghi remoti ed estremi del Pianeta che ama ritrarre: dal deserto cileno di Atacama dove ha documentato l’eclissi solare nel progetto “Arca Lux”, alle Badlands Bisti del New Mexico, dalla tundra artica in Norvegia al ghiacciaio Pastoruri in Perù.

Il suo lavoro probabilmente più conosciuto è “Lux Noctis”, una serie di sorprendenti scatti nelle saline della Bolivia, che ricoprono 4.000 miglia quadrate dell'Altiplano del Sud America Salar de Uyuni. Si tratta della più grande salina del mondo, un paesaggio bianco originatosi dall'evaporazione di laghi preistorici.

Sostenuto da Phase One, la ditta danese specializzata in equipaggiamento fotografico digitale estremamente avanzato, Reuben nel 2016 si è recato in Bolivia. Utilizzando un modello di fotocamera da 150 megapixel (dal costo di 57mila dollari) ha catturato il naturale dinamismo del territorio boliviano, in particolare delle saline durante e dopo il tramonto: il sale forma naturalmente dei poligoni le cui ombre, al calar del sole, si proiettano sul terreno e si allungano in continuazione, modificando senza sosta il paesaggio.

Il progetto nasce dall’intenzione di presentare un paesaggio in modo non convenzionale. E anche se i luoghi che vediamo stampati non esistono realmente in natura, sono paesaggi che non perdono la loro naturalezza, ma vedono la loro innata maestosità ampliarsi sotto la lente d’ingrandimento dell’artista, in una sorta di “land art che non lascia traccia”, come la definisce lo stesso fotografo.

Quella di Reuben Wu è un’operazione artistica accurata e geniale che senza toccare l’ambiente che immortala lo modifica, in una sorta di sublimazione che prende spunto dai dipinti romantici del 19esimo secolo e dall’immaginario fantascientifico, tutta da ammirare.

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse