Articoli
5 minuti
Musica
Musica

Anita Lane: scopri la storica collaboratrice e ispirazione artistica dietro il genio di Nick Cave

08 giugno 2021

Melbourne è la seconda città più popolosa dell’Australia e sede del Royal Exhibition Center, dimora del primo parlamento australiano e attualmente Patrimonio Unesco; è anche il luogo che il 18 marzo 1960 ha dato i natali e la forza propulsiva ad una delle più celebri interpreti e cantautrici che ha nobilitato lo scenario rock aussie e che con la sua grinta e il suo demone ha influenzato e plasmato la carriera e lo stile di Nick Cave, uno dei cantautori e compositori più poliedrici della scena musicale contemporanea.

Si chiamava Anita Louise Lane, ci ha lasciato il 26 aprile 2021 dopo 40 anni di carriera, e, se non ne avete mai sentito parlare, è perché il nome della musa non è risuonato oltreoceano quanto quello di chi ha ispirato. 

Il primo incontro di Nick e Anita è avvenuto nel 1977 grazie a Rowland S. Howard, futuro chitarrista del gruppo dei Birthday Party.  Anita ha 17 anni, Nick ne ha 20, entrambi sono due anime ribelli, tumultuose, che trasudano inquietudine e arte nello stesso tempo, accomunate da un’affinità e una mistica che li ha uniti come coppia all’inizio e, successivamente, in un sodalizio professionale e amicale durato per tutta la vita. «Era responsabile di certe scelte creative di Nick», dichiara Howard in Bad Seed, la biografia di Nick Cave scritta da Ian Johnston.

Anita Lane non è solo l’artista e la donna “dietro” a Nick Cave; il suo spirito unico e indipendente non l’avrebbe mai permesso. Era dotata di una personalità talmente prorompente e forte che ha potuto riscrivere lo stile e parte della storia del rock al femminile di quegli anni, divenendo una vera e propria icona capace di influenzare non solo le tendenze legate alla musica ma anche quelle connesse al mondo del fashion.

Interprete antesignana del look gotico, sbruffone e spaventoso, non temeva di apparire dannata, anzi, tutto il contrario: fu lei stessa a insegnare a molti rocker, tra cui Nick Cave stesso, a pensare e a vivere come poeti maledetti e l’arte di essere tormentati e crudeli attraverso una studiata e quasi religiosa mimica del corpo da nobilitare con il rock.

Non temeva dolore o irrequietudine né li rifuggiva, tutt’altro: erano la benzina per le sue creazioni e la base della sua poetica. Per molte ragazze, specie per quelle più riottose e timide, fu l’esempio da seguire per scrollarsi di dosso l’insicurezza e prendere in mano la propria vita. A lei si devono i testi di Dead Song e i cospicui contributi lirici in Dead Joe e Kiss me Black, storici brani dei Birthday Party, band fondata da Cave e Howard.

La coppia Cave & Lane si scioglie nel 1983 ma la loro intesa artistica resta immutata. Questo è reso evidente dal ruolo sempre più consistente assunto da Anita nei Bad Seeds, il nuovo gruppo fondato da Nick Cave dopo aver lasciato quello precedente. Nel primo LP della neonata band – dal titolo From her to Eternity – la sua presenza è palpabile e vibra viva e concreta nella canzone che dà il titolo all’album, in Stranger than kindness e nelle note cantate da Cave in Cabin Fever.

Nel 1988 debutta come solista in Dirty Sings accompagnata al piano da Cave e nel 1993 esce Dirty Pearl, il suo primo album. La sua carriera di cantautrice e professionista del settore musicale è inarrestabile, accantonando una serie di collaborazioni anche con altri artisti internazionali tra cui Mick Harvey e Blixa Bargeld. Nel 2001 pubblica Sex o’ clock, il suo secondo album, espressione delle contaminazioni di genere di tutto il suo percorso e il suo essere.

L’impronta trasmessa nei suoi testi e nel suo modus vivendi è diventata iconica, ispirazione e modello per donne e uomini. Oggi la definiremmo un personaggio disruptive, di quelli necessari e utili in un percorso evolutivo che sappia rompere gli schemi e portare novità. A fine aprile la sua luce si è spenta, ma ci piace pensare che il suo tumulto interiore ora abbia trovato pace.

Cover via Twitter @consequence

argomenti trattati

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse