Articoli
5 minuti
My Expert
My Expert

INVESTIMENTI | Update Temi di Investimento 2021

17 giugno 2021

Ascolta il podcast di Manuela Maccia

Accelerazione della crescita

Riaperture in corso nonostante l'ondata di contagi globale: grazie a un'impressionante accelerazione nei programmi di vaccinazione, le economie degli Stati Uniti e dell'Europa si stanno unendo alla Cina nell’uscita dai lockdown e nella riapertura progressiva delle loro economie, dando inizio ad una ripresa nel settore dei servizi. Non sorprende che anche gli utili societari stiano crescendo più velocemente rispetto al consensus degli analisti e spingano all’ottimismo sui mercati azionari.

Un acceso dibattito sul percorso dell’inflazione a lungo termine: se è chiaro che l'inflazione americana aumenterà rapidamente nei prossimi mesi, guidata dai prezzi dei prodotti alimentari e dell'energia insieme alle spese per la casa, il trend dell’inflazione a lungo termine è ancora oggetto di accese discussioni. Da un lato, la dinamica dei prezzi delle materie prime e la forte domanda finale indicano una prospettiva di aumenti dei prezzi, dall'altro, le forze deflazionistiche legate all'elevata disoccupazione, a una maggiore produttività post-COVID e all'accelerazione dei progressi tecnologici potrebbero impedire che l'inflazione aumenti troppo e troppo rapidamente.

Strategie difensive alternative ad un posizionamento totalmente azionario per il periodo estivo: in concomitanza con il periodo estivo, potenzialmente la stagione più impegnativa per le azioni, gli investitori potrebbero voler prendere in considerazione strategie più difensive, considerando anche l’impressionante incremento del 27% registrato delle azioni globali dall'inizio dello scorso novembre. Le tradizionali scelte a basso rischio come le obbligazioni sovrane ed il credito Investment Grade continuano ad offrire rendimenti negativi considerando l'inflazione, ma esistono soluzioni che offrono potenziali rendimenti reali positivi con un ridotto livello di rischio. Queste possono essere ricercate sia attraverso un’esposizione azionaria con minor grado di rischio sia attraverso asset ibridi (parzialmente azionari, parzialmente obbligazionari) o attraverso strategie specifiche incorporate in prodotti strutturati e fondi UCITS alternativi.

La corsa all'obiettivo di un'economia a zero emissioni nette di carbonio: con i paesi dell'Unione europea, l'amministrazione statunitense Biden e il partito comunista cinese che danno la priorità a una riduzione delle emissioni di carbonio e dell'inquinamento attraverso fonti di energia a basso o zero emissioni di carbonio, ci aspettiamo che normative ambientali più severe spingano verso l’alto i prezzi dei carbon credit. Dallo scorso Novembre, i carbon credit dell'Unione europea sono più che raddoppiati in termini di prezzo a quasi 50 EUR/tonnellata. Fra i sottotemi di investimento più interessanti legati al cambiamento climatico, guardiamo al risparmio energetico, allo stoccaggio industriale su larga scala delle batterie, alla raccolta/raffinazione delle biomasse e alla cattura del carbonio per la fornitura di gas «pulito» piuttosto che puntare solo sui pannelli solari, sull'energia eolica e sulla tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno. Anche l’energia nucleare è potenzialmente da considerare come una fonte ufficiale di energia a bassa emissione di carbonio, con il Joint Research Council dell'Unione europea che sostiene che l'energia nucleare merita di essere etichettata come «green».

Il futuro dell’alimentazione in un mondo sostenibile: il cibo è essenziale per la vita, costituisce una parte importante della nostra identità culturale e svolge un ruolo primario nell'economia. Molte persone vogliono che la loro alimentazione segua uno stile di vita salutare, ma dovremmo anche considerare l'impatto che la produzione e il consumo di cibo hanno sulle risorse del mondo. La produzione alimentare è responsabile del 26% delle emissioni globali di carbonio, e quindi deve essere una parte essenziale di una strategia globale a zero emissioni di carbonio.

Un sistema alimentare sostenibile fornisce cibo salutare alle persone garantendo al contempo impatti sostenibili sui sistemi ambientali, economici e sociali ad esso legati. In effetti, sistemi alimentari sostenibili iniziano con lo sviluppo di pratiche agricole sostenibili (ad esempio un uso più efficiente dell'acqua in agricoltura), sistemi di distribuzione alimentare più sostenibili (utilizzando imballaggi riciclati/riciclabili), la diffusione di regimi alimentari sostenibili e la riduzione degli sprechi alimentari in tutto il sistema in linea con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Consumatori pronti a spendere: dall'inizio della pandemia di Coronavirus le famiglie di tutto il mondo hanno accumulato almeno 5.400 miliardi di USD di risparmi in eccesso, di cui si prevede che verranno spesi oltre 2.000 miliardi di dollari con la riapertura delle economie, all’approssimarsi dell'immunità di gregge. L’evidenza di quanto accaduto in Israele, Stati Uniti e Regno Unito suggerisce che le infezioni da COVID-19 e i tassi di ospedalizzazione crollano una volta che i tassi di vaccinazione raggiungono il 40-60% della popolazione totale. L'Europa continentale, all'attuale ritmo giornaliero di vaccinazione, dovrebbe raggiungere questo tasso di vaccinazione entro la fine di giugno. Ciò suggerisce un'accelerazione della spesa dei consumatori nel secondo semestre 2021. Nel breve termine, i viaggi, l’home entertainment (giochi on line e servizi di streaming), la cura degli animali, il «fai da te» (casa e giardino) e la vendita al dettaglio di abbigliamento dovrebbero trarre vantaggio da questo boom dei consumi.

Edmund Shing, Global Chief Investment Officer (PhD) 

Scarica il PDF

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse