Snack
3 minuti
Tech & Innovazione
Tech & Innovazione

Un incredibile esperimento di Google ti permetterà di viaggiare nel tempo e camminare per le vie delle città nel 1800

10 febbraio 2021

Il panorama delle nostre città cambia sempre più rapidamente, tanto che è difficile ricordarsi come erano in passato, anche a distanza di pochi anni. Se già è difficile ricostruire l’aspetto urbano di 50 anni fa, si può solo immaginare quanto fossero diverse le città nell’Ottocento. Ma proprio per questo Google ha avviato un progetto per permettere a chiunque di “camminare” per le vie della maggior parte delle città americane di due secoli fa.

Google sta infatti creando una mappa open source che permette di viaggiare nel tempo con una barra di scorrimento, per poter vedere lo sviluppo delle città dal 1800 ai giorni nostri attraverso modelli in 3D. Sarà inoltre possibile, tramite Google Street View, vedere la città dal punto di vista del pedone, che potrà passeggiare per le strade di Los Angeles o San Francisco.

rǝ – questo il nome della mappa – è stata sviluppata dall’ingegnere informatico Raimondas Kiveris osservando i cambiamenti di New York negli ultimi vent’anni. Il nome sta per “return”, cioè ritornare: l’idea alla base è quella di creare un vero e proprio archivio storico gratuito e accessibile a tutti, un salto nel tempo per chi vuole scoprire le origini della propria città.

L’obiettivo di Kiveris è di perfezionare la mappa al punto da poter entrare negli edifici, per vedere come si viveva nelle varie epoche che hanno attraversato la storia della Grande Mela. Per farlo è necessario un buon numero di fotografie, più sono dettagliate e meglio è: solo così sarà possibile localizzare ingressi, scale e finestre degli edifici e rendere rǝ il più dettagliato possibile.

La mappa è open-source e tutti possono contribuire ad arricchirla, non solo gli sviluppatori. Alla base di rǝ stanno infatti quattro principi: ricostruire, ricercare, ricreare e ricordare. Per questo ogni contributo è ben accetto. Le fotografie d’epoca, che Kiveris invita a scovare nelle case di nonni e genitori, si possono caricare su Warper, un sito che permette di localizzare le costruzioni di un tempo nelle strade moderne. Saranno poi gli sviluppatori a costruire le mappe storiche e a trasformarle in 3D.

Con questo progetto in crowdsourcing, il creatore Raimondas Kiveris spera di poter creare uno strumento a disposizione della collettività, e in particolare di insegnanti, ricercatori, politici e semplici nostalgici che vorrebbero provare l’emozione di una passeggiata in un’altra epoca.

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse