Snack
3 minuti
Tech & Innovazione
Tech & Innovazione

L’intelligenza artificiale che riconosce il colore della pelle per essere più inclusivi

25 novembre 2020

La varietà di tonalità è diventata una delle principali sfide dell’industria della bellezza, che punta sempre più all’inclusività: per anni è stato difficile reperire fondotinta adatti a tutte le carnagioni, ma oggi il make-up deve essere accessibile a tutti. Ed è anche per questo che è nata Nudemeter, un’intelligenza artificiale che è in grado di riconoscere l’esatto colore della pelle attraverso un selfie.

Creata dall'imprenditrice Atima Lui nel 2016, Nudemeter è stata premiata dalla holding Coty, proprietaria di brand come Rimmel e Max Factor, con il Digital Accelerator Start-Up Program. Questo ha permesso a Lui di perfezionare la tecnologia con l’aiuto dei migliori sviluppatori in circolazione. L’applicazione di Nudemeter non si limita solo al trucco: il primo brand a utilizzare l’algoritmo è stato infatti Nude Barre, un’azienda di biancheria intima che l’ha implementato nel camerino virtuale per la corretta scelta del colore dei collant.

Ora l’obiettivo di Lui, spiega la fondatrice in un’intervista, è diventare ancora più inclusiva, “insegnando” all’algoritmo anche a riconoscere particolari condizioni della pelle, come la vitiligine.

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse