Snack
3 minuti
Viaggi
Viaggi

In Australia esiste un museo subacqueo in cui le opere vengono esposte in fondo al mare

06 ottobre 2020
autore:

Per secoli il dibattito circa il ruolo dell’arte ha visto scontrarsi due visioni contrapposte: da un lato l’art pour l’art, ovvero l’arte sganciata da ogni obbligo morale, didattico o filosofico; dall’altro l’art engagé, che pone al centro il racconto delle vittorie e delle sconfitte della società, con un fine divulgativo e politico ben definiti. Se dovessimo azzardare una categorizzazione, certamente il progetto di Jason de Caires Taylor, scultore britannico e autore del primo museo subacqueo, apparterrebbe alla seconda.

Il tema caro all’artista, e d’altronde centrale nel dibattito contemporaneo, è quello della salvaguardia dell’ambiente e, nello specifico, dell’ecosistema oceanico. Per sensibilizzare i visitatori sulla rilevanza di questa tematica, lo scultore ha quindi realizzato il Museum of Underwater Art, nella città di Townsville, in Australia. L’esposizione è una raccolta dislocata di sculture in cemento e materiale non tossico da lui realizzate. Ogni opera è diversa e racchiude un messaggio unico, ma tutte richiamano le forme e le geometrie dei coralli della Grande barriera.

Ovviamente, sia il luogo che il momento dell'installazione sono pensati per non avere impatto sull’ecosistema circostante, o anzi, per avere un impatto positivo. Ad esempio, ci si deve assicurare che la scultura non influisca sulla riproduzione dei coralli, e che le opere vengano posizionate in luoghi strategici per deviare l’attenzione del turismo di massa dalle aree in cui i coralli sono più fragili. Visitare il museo subacqueo di de Caires Taylor è un’esperienza unica, che spinge il pubblico a prendere coscienza di una tematica estremamente rilevante e a cercare di portare un cambiamento positivo nella quotidianità. Inoltre, il Museo offre opportunità lavorative ai pescatori locali, che fanno da guida portando i turisti nei luoghi delle installazioni con escursioni subacquee, di snorkelling oppure a bordi di imbarcazioni col fondale di vetro che permetta l’osservazione delle opere.

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse