Articoli
6 minuti
Arte
Arte

C’è un nuovo format per godere dell’arte e partecipare a esclusive visite guidate alle mostre in diretta

15 febbraio 2021

È nato un nuovo modo per apprezzare l’arte. Si tratta di Art.Live!, una piattaforma che permette di godersi l’arte partecipando a visite guidate di mostre online in diretta.

L’iniziativa è stata lanciata da Arthemisia, un’associazione italiana già responsabile di numerose innovazioni nel settore artistico, che da decenni si occupa di ampliare l’accesso all’arte rendendola alla portata di tutti. Questa volta, Arthemisia ha cercato di rispondere alle limitazioni che turismo e attività culturali si sono trovati ad affrontare, creando la possibilità di partecipare a visite guidate online anche da lontano.

L’idea di trasportare le mostre nel virtuale non è nuova. Su Internet si trovano moltissimi format gratuiti che permettono di visitare virtualmente mostre e importanti luoghi d’arte dal comfort di casa propria. A differenza però dei numerosi contenuti disponibili gratuitamente, Arthemisia ha deciso di coinvolgere il pubblico in maniera più attiva, offrendo la stessa emozione che si prova facendo una visita guidata “in carne e ossa”.

Attraverso Art.Live!, acquistato un biglietto a prezzo popolare, si prenota la visita, ci si connette da qualsiasi luogo e ci si gode, in compagnia o da soli, l’esperienza di una visita privata guidata da esperti comunicatori. Ciò che rende la visita particolarmente realistica è la possibilità di fare domande e chiedere approfondimenti alla guida.

Il primo esperimento di Art.Live! si è tenuto durante le vacanze natalizie con la mostra “Monet e gli Impressionisti”, allestita a Bologna. In pochissimi giorni, sono stati venduti oltre tremila biglietti, con collegamenti provenienti anche dall’estero tra cui USA, Francia, Canada e Portogallo. I prossimi appuntamenti previsti sono le visite in diretta alla scoperta dei grandi capolavori de “Le Signore dell’Arte. Storie di donne tra ‘500 e ‘600” a Palazzo Reale di Milano, e “Manolo Valdés. Le forme del tempo” allestita al Museo di Palazzo Cipolla di Roma.

Il successo ottenuto da questo progetto dimostra che la curiosità per il patrimonio artistico è alta, e che in molti sono disposti a sperimentare nuovi format disponibili per accedere alla cultura. Secondo Iole Siena, presidente del Gruppo Arthemisia, il progetto ha un enorme potenziale: se è vero che l’esperienza della visita virtuale non può sostituire completamente quello della visita reale, è anche vero che il virtuale consente a chiunque di accedere alle mostre che per vari motivi non sono raggiungibili.

Vuoi informazioni sulla nostra consulenza e sui nostri servizi?

Naviga il sito e vedi tutti i contenuti di tuo interesse